prestiti online

.info

 

Guida ai prestiti online, ai finanziamenti ed ai mutui

 
  home prestiti mutui articoli news
 

Tutto quello che è
necessario conoscere prima
di chiedere un prestito online , un mutuo o
un finanziamento

Prestiti Online, Articoli e
approfondimenti


 

domenica 17 gennaio 2010

Italia, in sette anni 9mila euro in meno a famiglia

"Il pretesto dell'euro ha generato in 7 anni, dal 2002 al 2009, un'odiosa speculazione trasferendo complessivamente 183 miliardi dalle tasche dei lavoratori e dei pensionati a favore di coloro che hanno determinato prezzi e tariffe." E' questo quanto dichiarato da Adusbef e Federconsumatori in relazione all'aumento del costo della vita.  I rincari record rilevati sono "la prova provata di speculazioni".

Lo studio portato a termine dalle Associazioni dei consumatori basa le sue conclusioni su due rilevazioni, una sul fronte nazionale e l'altra su quello europeo. In Italia su 99 prodotti osservati per un periodo di 8 anni, dal 2001 al 2009, 87 hanno fatto rilevare aumenti superiori all’inflazione media cumulata (+ 19,36%). Solo 12 prodotti monitorati hanno visto aumenti inferiori all’inflazione.

Due prodotti, in particolare, cono gelato e penna a sfera, sono aumentati di oltre il 200 per cento in otto anni: il primo del 290, passato da 0,77 a 3 euro, il secondo del 207 per cento, passato da 0,26 a 0,80 euro.

Sei prodotti hanno subito aumenti dal 100 al 200 per cento: tramezzino (+162%), pizza margherita (+155%), sogliola (113%), biscotti Privolat (113%), lavaggio pantaloni (+111%), caffè (+ 104%)

Quattro prodotti hanno subito aumenti oltre dall’80 al 100 per cento: pizza 4 stagioni (+96%), jeans (+95%), lotto giocata minima (+92%), pasta integrale (+88%). Dei 99 prodotti monitorati, solo due non hanno subito aumenti a due cifre: omogeneizzati (+ 8%), burro (+5%). Solo uno ha subito diminuzioni di prezzo: francobollo posta prioritaria passato da 62 a 60 centesimi (-3%).

Spiccano poi i veri e propri salassi dei servizi assicurativi. A fronte di un aumento di Eurolandia del 32,6 per cento, in Italia dal 1996 al 2008 sono cresciuti del 125,1 per cento, in Francia del 15,6 (meno dell’inflazione d’oltralpe cumulata), in Germania del 27,9, in Spagna del 62,1 , in Gran Bretagna del 78,6 per cento. Circa i costi dei servizi finanziari, il nostro 84,3 di lievitazione è battuto dalla crescita spagnola (+ 90,3 per cento), ma in Gran Bretagna sono scesi del 22 per cento.

Da rilevare la minor crescita dei costi di carburanti e lubrificanti: a fronte di una media di Eurolandia dell’84,6 per cento, in Italia sono cresciuti del 58,3, in Francia dell’82,8, in Germania del 94,9, in Spagna del 90 e in Gran Bretagna sono quasi raddoppiati (+ 98,4 per cento). I costi delle Telecomunicazioni sono scesi più da noi ( - 30,9 %) che negli altri paesi considerati: -20 in Francia, -30 in Germania, -10 in Spagna, - 22 in Gran Bretagna.


"Non è stata “l’inflazione percepita” a determinare l’impoverimento delle famiglie a reddito fisso - conclude Adusbef e Federconsumatori - in 7 anni,dal 1 gennaio 2002, sono venuti a mancare nelle tasche degli italiani 9.178 euro a famiglia".

Visualizza il documento completo (PDF)




Bookmark and Share
Ultimo aggiornamento
21/05/2019

 
Il TAN
Il TAEG / ISC
Il Tasso Zero
 
 
 
Introduzione
Tassi di interesse
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Calcolo Mutuo
Indici EURIRS
Indici EURIBOR
Glossario
 
 
 
Rss News

 

 


Home | Sitemap | Contatti | Privacy | Disclaimer

Copyright © 2007 - 2014 PRESTITI-ONLINE.INFO - Tutti i diritti sono riservati - Vietata ogni riproduzione anche parziale
Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità del materiale e/o dello staff.
L'utilizzo del sito PRESTITI-ONLINE.INFO presuppone l'accettazione del Disclaimer.
Ultimo aggiornamento:21/05/2019
Sito partner: Prestito personale