prestiti online

.info

 

Guida ai prestiti online, ai finanziamenti ed ai mutui

 
  home prestiti mutui articoli news
 

Tutto quello che è
necessario conoscere prima
di chiedere un prestito online , un mutuo o
un finanziamento

Prestiti Online News
economia e finanza


 

mercoledì 23 settembre 2009

Banche italiane, le più care d'Europa

L’Italia è il Paese dell’Ue dove costa di più tenere un conto corrente in banca. Il dato arriva dalla Commissione europea, che analizza in tutti i 27 Paesi dell’Unione i costi praticati dalle principali banche. Se in Belgio, per un cittadino “medio” le spese annue per la gestione di un conto e le operazioni eseguite ammontano a 58 euro, un italiano ne spende 253.

Il secondo Paese più caro in Europa è la Francia, dove comunque un conto bancario semplice costa comunque quasi la metà che da noi: 154 euro l’anno. La sproporzione dei prezzi è dovuta al fatto, spiega la commissione Ue, che in Italia ci sono “costi molto alti per le operazioni chiave” e tariffe difficili da capire. Per i clienti che fanno invece un uso “intenso” del conto corrente, “la differenza è ancora più chiara: da un massimo di 831 euro in Italia ad un minimo di 28 euro in Bulgaria”, scrive la Commissione Ue. Per oltre sei banche su dieci, inoltre, le commissioni erano espresse in modo così poco chiaro, che gli esperti dell’Ue hanno dovuto chiedere spiegazioni alla banca per ricostruire i costi reali.

L'Abi smentisce i calcoli dell’Ue. “Il prezzo del conto corrente in Italia è di circa 100 euro, ben inferiore rispetto a quello diffuso oggi a Bruxelles”, sostiene il presidente, Corrado Faissola.


sp/red




Bookmark and Share
Ultimo aggiornamento
20/11/2018

 
Il TAN
Il TAEG / ISC
Il Tasso Zero
 
 
 
Introduzione
Tassi di interesse
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Calcolo Mutuo
Indici EURIRS
Indici EURIBOR
Glossario
 
 
 
Rss News

 

 


Home | Sitemap | Contatti | Privacy | Disclaimer

Copyright © 2007 - 2014 PRESTITI-ONLINE.INFO - Tutti i diritti sono riservati - Vietata ogni riproduzione anche parziale
Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità del materiale e/o dello staff.
L'utilizzo del sito PRESTITI-ONLINE.INFO presuppone l'accettazione del Disclaimer.
Ultimo aggiornamento:20/11/2018
Sito partner: Prestito personale