prestiti online

.info

 

Guida ai prestiti online, ai finanziamenti ed ai mutui

 
  home prestiti mutui articoli news
 

Tutto quello che è
necessario conoscere prima
di chiedere un prestito online , un mutuo o
un finanziamento

Prestiti Online News
economia e finanza


 

mercoledì 25 maggio 2011

Un italiano su 4 sperimenta la povertà

In Italia la crisi ha portato indietro le lancette di quasi 10 anni e la ripresa è moderata. Il rapporto Istat fotografa la situazione e sottolinea che tra il 2001 e il 2010 in Italia c'è stata la peggiore performance di crescita fra tutti i paesi Ue,
con un tasso medio dello 0,2% contro l'1,3%. Per salvaguardare i consumi, le famiglie hanno progressivamente eroso il risparmio, e la propensione all'accantonamento si è attestata al 9,1%, ai minimi dal 1990.

Pesante l'impatto sull'occupazione: nel biennio 2009-2010 il numero di occupati è diminuito di 532 mila unità, e i più colpiti sono stati 501 mila under 30. Secondo l'Istat, che registra un' emorragia lavoro al sud, ma vede fortemente colpito anche il Nord, la recessione da un punto di vista tecnico è finita, ma restano le conseguenze sul sociale. E circa un quarto degli italiani sperimenta il rischio povertà o esclusione sociale.

Scende il potere d'acquisto delle famiglie che hanno messo mano ai risparmi

"I consumi privati hanno fornito un contributo alla crescita del Pil di sei decimi di punto, mentre è emerso un primo recupero degli investimenti e una ricostituzione importante delle scorte. Negativo, per circa mezzo punto percentuale, è stato invece l'apporto della domanda estera netta".

L'Istat segnala che "i consumi delle famiglie, dopo una caduta iniziale più ampia rispetto a altri paesi, dove vi è stato un importante ruolo di sostegno della politica di bilancio, dalla seconda metà del 2009 hanno mantenuto un ritmo di crescita analogo a quello medio dell'Uem, cosicchè il divario apertosi durante la recessione si è stabilizzato".


Più di 500mila giovani occupati in meno

"In Italia l'impatto della crisi sull'occupazione è stato pesante. Nel biennio 2009-2010 il numero di occupati è diminuito di 532 mila unità. I più colpiti sono stati i giovani tra i 15 e i 29 anni, fascia d'età in cui si registrano 501 mila occupati in meno.

pf/red




Bookmark and Share
Ultimo aggiornamento
16/01/2019

 
Il TAN
Il TAEG / ISC
Il Tasso Zero
 
 
 
Introduzione
Tassi di interesse
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Calcolo Mutuo
Indici EURIRS
Indici EURIBOR
Glossario
 
 
 
Rss News

 

 


Home | Sitemap | Contatti | Privacy | Disclaimer

Copyright © 2007 - 2014 PRESTITI-ONLINE.INFO - Tutti i diritti sono riservati - Vietata ogni riproduzione anche parziale
Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità del materiale e/o dello staff.
L'utilizzo del sito PRESTITI-ONLINE.INFO presuppone l'accettazione del Disclaimer.
Ultimo aggiornamento:16/01/2019
Sito partner: Prestito personale